“GEA EDU – Idee per il futuro” premia le migliori scuole d’Italia

Tre moduli didattici, oltre 2.200 studenti appartenenti a 82 classi di 27 istituti superiori in 13 regioni italiane. Sono i numeri del progetto didattico “GEA EDU – Idee per il futuro”, promosso da Fondazione Art.49, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ed Enea. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con il Parlamento Europeo.

Il primo anno si è concluso con la premiazione delle migliori proposte di tre scuole da tutta Italia sull’Agenda 2030. A salire sul podio, la 3D del Liceo Russel di Garbagnate Milanese con “Classificazione ecologica dei giardini urbani”; le classi 4H e 5H dell’IIS Patetta Cairo Montenotte di Savona con “La strada dell’acqua” e la classe 4C della Scuola Bottega di Brescia con “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si ricicla”.

Le scuole sono un luogo cruciale di formazione anche della coscienza democratica” – così Carlo Corazza, Direttore Ufficio di collegamento del Parlamento Ue in Italia durante la premiazione – “Questa iniziativa aiuta a ribadire il ruolo del Parlamento europeo in questo senso e l’importanzadei giovani cittadini nella scelta di chi e come, tramite le prossime elezioni, debba guidare l’Europa”.

Il Ministro dell’Ambiente e sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin ha dichiarato: “Il valore di questo progetto è duplice. Da un lato, infatti, riguarda il tema dell’attenzione che va data alle nuove generazioni quali eredi di un modello sociale ed economico, che va trasformato in un modello sostenibile. Si tratta dunque di una questione di responsabilità. Dall’altro, riguarda la consapevolezza sociale sui temi dei cambiamenti climatici, della decarbonizzazione, dello sviluppo sostenibile, tre aspetti di un’unica missione: la tutela del pianeta e delle sue risorse. È necessario, tutti insieme, creare una reale e condivisa accettazione del cambiamento, che può diventare un ulteriore impulso alla trasformazione, grazie all’iniziativa individuale e collettiva. Proprio per questo motivo, la disponibilità al dialogo delleIstituzioni soprattutto con le nuove generazioni è uno degli elementi chiave per assicurare il successo della transizione in corso”.

Fondazione Art.49 ha inoltre siglato il protocollo d’intesa con RomaNatura che prevede la fornitura e piantumazione di 20 nuovi alberi per ogni anno del progetto. È stata scelta l’area del Monumento Naturale Fosso della Cecchignola, 99 ettari tra il Parco Regionale dell’Appia Antica e la Riserva Laurentino-Acqua Acetosa che rappresentano un corridoio ecologico ricco di biodiversità immerso nell’Agro Romano. “Il Bosco delle Idee del futuro” accoglierà ogni 21 novembre, giornata mondiale degli alberi, le nuove piante a simbolica rappresentanza dei ragazzi e delle ragazze che risulteranno, nel triennio 2023-25, vincitori del contest del progetto “GEA EDU – idee per il futuro”.

Tutto ciò è stato possibile anche grazie al supporto del mondo dell’azienda. Hanno infatti affiancato l’ETS di WITHUB Federacciai, Nestlè, Coreve e IN’s.

Con l’anno scolastico 2023/2024 parte anche il secondo anno di GEA EDU rivolto alle scuole che hanno partecipato quest’anno e a tante altre!